Alla Scandone va in scena un copione già scritto

Alla piscina Felice Scandone di Napoli, va in scena un copione già scritto, sia per quanto riguarda l’aspetto sportivo – il derby tra Canottieri Napoli e Acquachiara – sia per l’emergenza “acqua sporca” di questa settimana.

L’attesa per gli appassionati di pallanuoto era già altissima la settimana scorsa con il derby tra Posillipo e Canottieri, finita con la vittoria della Canottieri – che non vinceva il derby da 24 anni – per 8 a 6, attesa che sarebbe culminata oggi con il secondo derby tra Canottieri e Acquachiara. Abbiamo rischiato però, questa volta molto più degli anni precedenti, di fare una pessima figura dinanzi all’intero mondo del nuoto italiano.

Andiamo con ordine, l’impianto di Fuorigrotta oggi oltre ospitare le tre napoletane del massimo campionato di Pallanuoto, ospita una gran quantità di società natatorie, minori e non, partenopee, di proprietà del comune, costruito nel ’60 per i Giochi del Mediterraneo, fu abbandonato, letteralmente, fino agli anni 80 quando fu ristrutturato, assumendo la “forma” attuale, non ha ormai vita facile da circa 15 anni. La Scandone costa molto, sopratutto nella sua manutenzione, ed è proprio qui che negli ultimi anni ha mostrato le falle più grosse. Read more